La trasversale ferroviaria alpina nord-sud :: parte 3

La trasversale ferroviaria alpina nord-sud :: parte 3


I possibili benefici sul nostro territorio

Gioverebbe quanto e come il collegamento della rete ferroviaria italiana all’AlpTransit elvetico?

Be’, intanto possiamo osservare come il flusso di auto ed autocarri pesanti internazionali nelle vie autostradali attorno a Milano sia assolutamente consistente e doppiamente nocivo, sia per l’intasamento delle strade sia per l’inquinamento dell’aria respirabile.

Poter by-passare il capoluogo lombardo almeno coi mezzi pesanti (mettendoli su ferrovia prima del nodo milanese) appare istintivamente una buona cosa: ma per far questo occorrerà attendere il collegamento della Brianza con Como-Chiasso che sarà discusso dai dicasteri dei Trasporti italiano e svizzero.

L’autostrada Pedemontana era stata pensata (nonostante le forti opposizioni al progetto, ricordiamo le proteste a Gorla Maggiore ed in Valle Olona, per stare nei nostri dintorni) proprio per sgravare le autostrade milanesi ma, diciamo, nessuna rivoluzione sensibile sta nel voler diluire il traffico semplicemente portandolo attraverso altre zone più libere ai piedi delle nostre colline prealpine.

Mentre col possibile collegamento ferroviario di AlpTransit da Chiasso, si toglierebbero dalla strada molti mezzi pesanti internazionali: il santo varrebbe la candela per almeno una percorrenza di 350 Km su rotaia, secondo le stime attuali (pur con l’incognita del continuo ribasso del prezzo dei carburanti: maggiori costi di carburante indirizzerebbero le imprese di trasporto più facilmente alla ferrovia).
Si potrebbero immaginare una o più stazioni di carico/scarico per autocarri e container poste fuori dal congestionato crocevia milanese ed in corrispondenza delle autostrade per Venezia e Genova e Bologna.
I mezzi pesanti caricati viaggerebbero su rotaia da (e per) le stazioni di carico/scarico in territorio germanico e nei porti navali del Nord.
Poi l’Italia si sta interessando per prolungare il trasporto anche fino al Porto di Genova: ma qui è futuro.

Ora la “palla” è nel terreno italiano e vedremo se e come verrà gestita la posta messa sul piatto dall’Ufficio svizzero dei Trasporti.

In questo senso un nuovo scenario si sta profilando tra gli addendi della possibile operazione: sono in corso delle trattative tra gruppi di soggetti privati elvetici e milanesi (in un’intervista della Radio-Televisione svizzera RSI si dice ci saranno delle novità in corso d’anno) per prendere in mano la questione e collegare la nostra rete -via Como- a Lugano con la nuova linea ferroviaria di base del San Gottardo che si attesterà nella cittadina sul Ceresio dal 2019.

Attesa densa di interesse, si può immaginare.

di Giuseppe Donati :: Cittadino dell’Alto Milanese  – 10 . 02 . 2016

l’articolo è la sintesi ragionata di un costante ed attento osservatorio sulla situazione geografica, politica, economica e sociale di una soluzione strategica.

Base informativa principale:
radio televisione svizzera RSI e siti web del territorio

Sistemazione in tre capitoli della relazione completa:
Giovanni Cattaneo, Cittadino dell’Alto Milanese

ti potrebbe interessare anche

3 commenti

  • Nicol
    21 giugno 2017 at 18:45

    Ma che bel sito, complimenti.

  • Coy
    22 giugno 2018 at 4:34

    If you would like to get much from this post then you have to apply such techniques to your won web site. https://win88.today/newtown-casino-ntc33/

  • Natura Hemp Pure
    26 giugno 2018 at 7:41

    I just now wanted to thank you a lot more for the amazing site you have made here.
    Its full of ideas for those who are really interested in this particular subject, in particular this
    very post. Your all so sweet plus thoughtful of
    others and also reading the blog posts is an excellent delight to me.
    And exactly what a generous present! Dan and I usually have pleasure making
    use of your guidelines in what we need to do in the future.
    Our list is a mile long and tips will definitely be put to beneficial use. http://www.fmtrustonline.com/external/?url=http://naturahemppure.net/

LEAVE A COMMENT